Forgot your password?

Modulo per Risparmio Energetico

KWEES™  ti consiglia la lettura di questa

               'Guida Introduttiva sulle componenti di costo della bolletta'


Imposte erariali a favore degli Enti Locali. Tale voce risente delle manovre governative ed il costo unitario e' uguale per qualunque tipo di tariffa.

 

Costo della potenza. L'utente fissa la potenza contrattuale (o le potenze nelle varie fasce nel caso di tariffa bioraria, stagionale o multioraria). Il costo varia a seconda del valore dei kw di potenza contrattuale fissata. Il supero di tale potenza contrattuale viene penalizzato con un costo del kw a volte anche triplo o quadruplo. Pertanto e' bene che l'utente scelga la potenza contrattuale in modo da non pagare tali penali.

 

Costo dell'energia attiva. Sulla base delle ore annue di utilizzo e della potenza, l'utente sceglie la tariffa a lui piů conveniente: bassa o media, alta, altissima e in definitiva maggiore e' l'utilizzazione dell'energia, minore e' il costo del kwh.

 

Costo dell'energia reattiva. L'assorbimento di energia reattiva da parte di motori, trasformatori (vedi appendice 1 “FAQ motori e trasformatori”), lampade a fluorescenza, ecc, non produce lavoro in quanto solo l'energia attiva produce tale effetto. L'energia reattiva dell'utenza provoca perň maggiori consumi ed impegno sulle linee del Gestore (Enel, A2A etc.), che addebita tali maggiori costi all'utente, tramite penali per basso fattore di potenza cosfi (vedi appendice 2 “costi cosfi e penali”). La soluzione per non pagare tali penali e' quella di istallare idonei condensatori di rifasamento in parallelo all'utenza, di tipo comune o con piů alto rendimento come KWEES™, (vedi documentazione “  Perché scegliere KWEES™: Pannelli PFC VS KWEES™  ”) allo scopo di produrre sul posto l'energia reattiva di cui le apparecchiature hanno bisogno per funzionare.